Potrei partire con… quanti di voi hanno controllato la tastiera dopo aver guardato l’immagine di copertina??? ahahahahaha…

Passando a cose più serie:

“Sito internet” è un termine molto generico che si usa per identificare un software che attraverso la rete internet permette la visualizzazione di informazioni, immagini video e quant’altro.
L’evoluzione dei siti internet “statici”, nati come contenitori di contenuti si sono arricchiti nel tempo di nuove funzionalità ed  oggi possono dare anche la possibilità di interagire con loro, quasi avessero un’anima diversificandoli per il loro scopo di utilizzo; hanno insomma una grossa personalità.
La definizione di “sito internet” dunque non basta più, dobbiamo “chiamarli” diversamente a seconda delle loro caratteristiche e capacità.

Il Blog: è una sorta di “diario” elettronico nato per un utilizzo personale ove poter scrivere cosa si è fatto durante la giornata, aggiungere foto, video musica e quant’altro; non necessità di conoscenze di programmazione per tenerlo aggiornato perché è dotato di una parte amministrativa molto semplice pilotabile direttamente dal web.
Ha un layout standard, si presenta come una scheda molto simile per tutti coloro che la utilizzano e non ha grosse possibilità di personalizzazione grafica. E’ rigido anche nella struttura dei contenuti, cosi è cosi rimane, insomma è standard, non ha personalità e non può fare “molte cose” come un sito web, ma quello che fa lo fa bene e facilmente; d’altronde che necessità ci sarebbe di avere diari elettronici “personalizzabili”?
Il problema nasce quando per la sua semplicità di utilizzo lo si vuole adattare ad utilizzi aziendali per i quali si presta , a nostro parere, davvero goffamente.

Un sito internet: è invece strutturato appositamente per rappresentare una specifica attività su cui ovviamente si modella perfettamente. Può essere progettato per essere un alter ego sul web che riflette la propria immagine aziendale oppure per dare servizi avanzati come la vendita di prodotti attraverso l’e-commerce.
E’ uno strumento professionale e perfetto per quelle attività che non abbiano una complessità troppo elevata, dalle piccole attività alle medie aziende.

Il portale: un portale è un particolare sito web strutturato per gestire una quantità di dati enormi, di solito non viene creato per soluzioni aziendali ma piuttosto per community: una città ha il suo portale, pensate quanta varietà e quantità di contenuto possa contenere un sito del genere.
E’ necessariamente dotato di un area amministrativa da cui gli utenti autorizzati possono inserire costantemente contenuti, creare nuove pagine, inserire o cambiare foto, filmati, insomma tutti i contenuti (si chiamano CMS Content management system).